Ecco la Moderazione su Google Maps per desktop in sostituzione di Map Maker

Google ha recentemente annunciato un’importante novità, attesa da molto tempo: gli utenti (parliamo degli iscritti al programma Local Guides) ora possono moderare le modifiche pendenti ANCHE su desktop e non solo su dispositivi mobile.

Ma andiamo per gradi 🙂

Lo scorso anno Google ha lanciato le “Missions for Google Maps”, una funzione che permette alle guide locali di fornire informazioni sui luoghi nelle loro vicinanze e di verificare i suggerimenti inviati da altri, ma con delle caratteristiche molto limitative:

  • versione Beta disponibile solo su dispositivi android
  • disponibile solo per Local Guide di livello 4 e 5
  • accessibile solo sull’ultima versione Google Maps installata sul dispositivo

Lunedì scorso è stato lo stesso Google ad annunciare che sta iniziando ad espandere questa funzione inserendo la possibilità di “Verificare i Fatti” ANCHE su Google Maps Desktop, per tutte le Local Guide di livello 5 (per raggiungere il livello 5 sono necessari oltre 500 punti che sarebbero l’equivalente di 500 recensioni, 500 modifiche o l’aggiunta di 500 foto).

Trova nuovi clienti

La scelta di limitarla alle guide di livello 5 ci sembra, tra l’atro, sensata in quanto raggiungere il livello 5 è oggettivamente molto difficile e impegnativo e questo potrà essere utilizzato come arma per combattere gli spammer.

Come utilizzare la funzione?

  1. Naviga su https://www.google.it/maps/ su un dispositivo desktop (assicurati di essere loggato con il tuo account Local Guide)
  2. Apri il = menu a lato e clicca su “Contribute”
  3. Clicca sul banner “Check the fact” per visualizzare una lista di luoghi con modifiche pendenti1
  4. Scegli una modifica che vuoi moderare e seleziona “Sì”, “No” o “Not Sure”.

    Inoltre, è possibile fare clic sul titolo del luogo una seconda volta per vedere le informazioni che Google ha su quel luogo, oppure fare clic su “Search This Place On Google ” per trovare risultati del web.

    Questo, secondo le intenzioni di Google, al fine di reperire ulteriori informazioni sul business ed essere certi delle modifiche da approvare.

2

Nel corso delle prossime settimane, Google renderà disponibili le Missions anche per iOS e introdurrà nuove caratteristiche tra cui la possibilità di segnalare problemi su più segmenti di strada in una sola volta, e la possibilità di riportare i luoghi sulla mappa anche su strade mancanti.

Lo stesso Gogole aggiunge che continuerà a lavorare su altre funzionalità con l’obiettivo di mantenere i dati di Google Maps sempre accurati e aggiornati.

L’annuncio è stato accolto favorevolmente dagli esperti del settore soprattutto dopo la decisione di big G di chiudere Google Map Maker. Ricordiamo che Google Map Maker smetterà di funzionare ufficialmente il prossimo 31 Marzo, come ricordato nella mail ufficiale che gli utenti Map Maker stanno ricevendo proprio in questi giorni:

Gentile utente di Map Maker,

Come annunciato a novembre 2016, Google Map Maker verrà ritirato il 31 marzo e molte sue funzionalità verranno integrate direttamente in GoogleMaps. Fino a tale data potrai continuare a inserire modifiche, tuttavia ti invitiamo a rivedere subito le modifiche in sospeso per assicurarti che i tuoi contributi vengano pubblicati su Google Maps prima del 31 marzo.

Dal 2008, la community di Google Map Maker ha modificato e moderato milioni di elementi per migliorare l’esperienza degli utenti di Google Maps in tutto il mondo. Per aiutare un numero sempre maggiore di utenti a tenere aggiornate le proprie community da casa o ovunque si trovino, in questi anni il team di Google Maps ha progressivamente integrato le funzioni di Map Maker, ad esempio la possibilità di aggiungere e modificare luoghi, nei nostri prodotti per computer desktop e per dispositivi mobili. Queste modifiche hanno consentito a sempre più utenti di aggiornare i luoghi di loro interesse, visualizzare lo stato delle loro modifiche e moderare le modifiche apportate da altri utenti.

Questa integrazione ci consentirà di offrire la migliore esperienza di modifica e moderazione possibile in Google Maps, sia nella versione per computer desktop sia in quella per dispositivi mobili. Continueremo inoltre ad aggiungere periodicamente nuove funzioni all’interno di Google Maps.

Una delle caratteristiche più utili in MapMaker, infatti, era proprio quella di poter modificare i listing di attività dei quali non si ha il controllo.

Questa funzionalità poteva essere utilizzata ad esempio, per intervenire sul nome o gli orari di apertura di un business, insomma su tutti quei listing che per un motivo o per un altro, era necessario aggiornare.

Con la chiusura di Map Maker era rimasto un grande punto interrogativo a cui finalmente Google pare stia dando delle risposte attraverso il nuovo servizio Local Guides.

Non resta che attendere i prossimi annunci e continuare a monitorare le varie evoluzioni 🙂

Fonte: LocalGuidesConnect

Condividi:Share on Facebook1Share on Google+3Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn2

Non perderti nessuna novità sulla Local Search e sul GeoMarketing!
Iscriviti subito alla nostra Newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *