C’è proprio bisogno delle mappe per fare Local SEO?

Google ha da poco lanciato gli annunci pubblicitari nel Local 3-Pack, sebbene siano ancora nelle fasi iniziali.
Questo nuovo lancio da parte del colosso di Mountain View ha spaventato molti imprenditori locali e, a onor del vero, anche alcuni local SEO.

sponsored-local-3-pack

Le domande più comuni nel mondo della Local Search a seguito di questa nuova iniziativa di Google sono: gli annunci pubblicitari, quindi gli investimenti in PPC, andranno a discapito della SEO locale?

Gli imprenditori locali con budget limitati verranno “scavalcati” dai business che hanno maggiori budget disponibili da investire in advertising?

Trova nuovi clienti

Domande legittime… ma è bene concentrarci su poche ma fondamentali verità.

1. Finché continueranno ad esserci clienti di tipo locale, imprese locali e web, continuerà ad esserci la Local SEO. Continuerà solo a trasformarsi nel tempo, ma del resto, lo ha sempre fatto!

2. La visibilità su Google Maps dipende da una innumerevole serie di segnali, molti dei quali si sovrappongono con altre aree del marketing (ad es. digital PR, link, content marketing, …) e dipende anche da quanto sei bravo a guadagnare recensioni.

3. La mappa locale non è il Santo Graal!
Attenzione: NON sto dicendo che non sia importante, lavoro in questo ambito da tantissimi anni e ho aiutato moltissime aziende a trarne beneficio; ma proprio perché ho una certa esperienza posso affermare che non può essere la vostra UNICA fonte di lead.
Google effettua frequenti cambiamenti degli algoritmi, l’ultimo pochi giorni fa,  che spesso minano la visibilità di un business nel Local Pack – e più in generale tra i risultati locali – e se questo accade non potete non avere altre fonti di traffico.

4. La Local Seo NON è solo ranking!
Quando si ha bisogno di qualcosa e si cerca qualcosa non ci si ferma al primo risultato che si trova.
Gli utenti abituati alle ricerche locali sono tutt’altro che un pubblico passivo 🙂 la maggior parte di loro continuerà a cercare fino a quando non troverà un business di cui si fida.
La visibilità su Google è solo una parte del successo di un business.

Detto ciò, cosa potremmo fare se Google Maps diventasse proibitivo per i business locali (perché troppo costoso), o inutile, o se nella peggiore delle ipotesi dovesse scomparire del tutto?

Anche di fronte ad un simile scenario, il valore della Local Seo non verrebbe sminuito e non sarebbe diverso da come è oggi.
Se ragioniamo al di fuori di Google Maps, la vostra campagna local SEO può essere considerata in funzione e in combinazione con altro:

  • Risultati di ricerca branded
    quando qualcuno cerca il vostro business tramite il nome, può facilmente dire che il vostro sito appartiene a voi e non a qualche vostro competitor?
    Sono impressionati favorevolmente dalle recensioni degli utenti sui vari siti di recensioni che appaiono nella prima pagina di Google?
    Siete presenti su siti di nicchia?
  • Visibilità organica
    Se Google Maps dovesse scomparire e quindi se dovesse venir meno il Local Pack dalle SERPs, gli utenti tornerebbero a concentrasi maggiormente sui risultati organici, un po’ come accadeva prima dell’avvento di Google Places e della Universal Search.
    Di fatto, però, resterebbe sempre valido il lavoro fatto a livello di Local Seo, ad esempio la creazione di post del blog su argomenti specifici della vostra città o le location page create per le vostre sedi, resterebbero in SERPs e sarebbero comunque utili per gli utenti.
  • Barnacle SEO
    La barnacle Seo (ovvero sfruttare bene gli altri siti per ottenere dei buoni posizionamenti) è da qualche anno a questa parte un elemnto importante del Local marketing.
    Essere presenti su vari portali non di proprietà Google, quali Yelp, Facebook, Pagine Gialle, ecc. in modo da rankare con chiavi “locali” può aiutare ad accrescere lead e allo stesso tempo facilita il ranking anche in funzione Google.
    Se Google Maps dovesse venire meno, la barnacle Seo resterebbe comunque valida.
  • Facebook Local
    Anche Facebook sta spingendo molto a livello locale, pertanto a prescindere da Google, una campagna di Local Seo non può escludere la presenza di un business sul noto social network.
  • Altri motori di ricerca locali
    La Local Seo passa anche da altri motori di ricerca locali tra cui Apple Maps e Bing Places, quindi la sua sopravvivenza è assicurata a prescindere da Google Maps.
  • Directory locali o siti di recensioni
    Tra le attività di promozione di una campagna Local Seo si annoverano gli inserimenti in directory locali e di settore, basti pensare a Yelp, Pagine Gialle, ecc.
    Queste attività sono utili non solo in funzione del posizionamento locale (su Google Maps), ma anche per migliorare in generale la propria visibilità online e veicolare traffico.
  • Siti e app non ancora creati
    La Local Search in generale è diventata sempre più importante nel corso degli anni e sono tantissimi i nuovi attori che si cimentano in questo settore. Quindi state sempre all’allerta qualora venga fuori qualcosa di nuovo che possa essere sfruttato adeguatamente
    È sempre più parte integrante della vita di ciascuno e continuerà verso questa direzione.

Morale della favola?

Se anche Google Maps cambiasse in modo significativo, o venisse eliminato, non sarebbe l’inizio della fine, ma solo la fine dell’inizio!

La Local Seo è, e continuerà ad essere, molto importate, anzi direi parte integrante di una qualunque strategia di marketing.

(Ci siamo ispirati a questo articolo di localvisibilitysystem.com)

Condividi:Share on Facebook3Share on Google+4Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1

Non perderti nessuna novità sulla Local Search e sul GeoMarketing!
Iscriviti subito alla nostra Newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *