2 utenti su 3 di Facebook ogni settimana visitano attività locali

Indice Articolo

Fino a pochi anni fa le persone entravano in contatto con le attività locali esclusivamente grazie ai negozi fisici.

Oggi 1,6 miliardi di persone entrano in contatto con le attività locali grazie a Facebook (fonte: Facebook data, Oct 2017).

Quasi 2 persone su 3, almeno una volta alla settimana, visitano la pagina fb di una attività o visualizzano un evento locale (fonte: Local Shopping study by Factworks 2017).

Tutto questo grazie anche ai dispositivi mobili che rendono queste connessioni (utenti <-> attività locali) possibili ovunque, e in qualsiasi momento.

Per capire meglio cosa questo significhi per i marketer, sono stati analizzati i dati di Facebook che ha commissionato un sondaggio a Factworks (società di analisi e ricerche di mercato internazionale) su oltre 6.000 aziende locali e oltre 10.000 persone in diversi Paesi, compresa  l’Italia.

Per l’analisi, sono state prese in considerazione aziende locali che non fanno parte di catene o franchising, che non sono organizzazioni no-profit e che non sono solo online, ma hanno meno di cinque sedi fisiche in un unico mercato.

Cosa spinge le persone a fare acquisti localmente?

Oggi, con una tecnologia sempre più invadente, lo shopping online è diventato rapidamente una forza importante nella vendita al dettaglio.

Ma allo stesso tempo si nota come nonostante lo shopping online, le persone amano ancora fare acquisti nei negozi locali.

Dalla ricerca sappiamo che, in media, le persone hanno dichiarato di aver visitato fino a sette imprese locali al mese e di aver speso tra il 40-55% del loro budget mensile totale su prodotti e servizi locali.

Di norma il prezzo è uno dei principali fattori che determinano le decisioni di acquisto complessive, ma per quanto riguarda lo shopping a livello locale, le motivazioni all’acquisto sono “più personali”.

Oltre l’85% delle persone intervistate infatti, ha dichiarato che la fiducia e la sicurezza sono state le motivazioni principali per gli acquisti locali.

Perché le persone acquistano localmente?

Quando si devono determinare i motivi per cui le persone preferiscono fare acquisti online o offline, spesso le differenze dipendono dall’affinità che una persona ha con lo shopping online.

Chi preferisce fare acquisti online cita spesso la possibilità di acquistare comodamente da casa, in qualsiasi momento della giornata, e la possibilità di confrontare i prezzi.
Un terzo delle persone intervistate ha dichiarato di ritenere che i negozi locali siano più costosi delle catene di negozi e degli acquisti online.

Chi preferisce fare acquisti nei negozi locali cita spesso il piacere che si prova nel trovare le merci subito disponibili e vicine, e apprezza il fatto che non ci siano costi di spedizione e che non bisogna aspettare per ricevere la merce acquistata. Anche in questo caso ci sono valori come prezzo e convenienza.

Le principali motivazioni all’acquisto (locale vs online)

In che modo il mobile cambia i comportamenti delle persone?

Anche se le motivazioni all’acquisto cambiano, per l’online o per l’offline, una cosa è certa: le persone si aspettano di potersi collegare con le aziende online, soprattutto attraverso i dispositivi mobili.

Dai dati emersi dal sondaggio si evidenzia quanto segue:

Avere una strategia mobile è fondamentale sia per attirare nuovi clienti in un’azienda locale sia per mantenere i clienti esistenti.

In che modo le attività locali possono adattarsi alle aspettative derivanti dalla navigazione da mobile?

Dunque, come vedono questo cambiamento gli imprenditori locali? Come incide sulle loro attività di marketing?

Mentre è chiaro che avere una presenza online sia molto importante, non tutti hanno in realtà adottato delle strategie dedicate al marketing mobile.

Quindi, con meno della metà delle attività locali che hanno cominciato ad ottimizzare le proprie strategie di marketing per i dispositivi mobili, i marketer hanno una importante opportunità per contribuire a colmare questa lacuna e raggiungere (e farsi trovare da) sempre più persone a livello locale.

Perché il mobile-first e i dispositivi mobili sono importanti?

Il cosiddetto “negozio all’angolo” oggi va oltre al suo quartiere locale. Grazie agli smartphone le persone possono entrare in contatto con le piccole imprese ovunque esse si trovino.

Il 66% di tutte le persone intervistate (fonte: Facebook data, Oct 2017) utilizza il proprio cellulare per scoprire nuove attività locali o eventi mentre si trovano in un luogo nuovo o comunque sconosciuto.

Le persone intervistate, che utilizzano il cellulare come dispositivo principale, sono spesso più disposte a dichiarare la propria “connessione” con le imprese locali.

Per esempio, i mobile-first shoppers intervistati erano 1,54 volte più propensi a scrivere raccomandazioni e recensioni per prodotti e servizi offerti dalle aziende locali (fonte: Local Shopping study by Factworks 2017).

I dispositivi mobili quindi, favoriscono maggiori connessioni tra le persone e le attività locali, e le stesse, diventano più facilmente accessibili da qualsiasi luogo.

Sempre più spesso, i mobile-first shoppers favoriscono le conversazioni online e i commenti su un’attività locale e i suoi prodotti o servizi.

Potrebbero anche essere i cosiddetti “Early adopter”, ovvero clienti disposti a testare nuovi prodotti o servizi in anteprima, o a rispondere a offerte speciali o offerte last minute, soprattutto quando sono di attività locali a loro vicine e di cui si fidano.

Riconoscere quindi il valore di questi “ambasciatori del marchio” locale, sapere come dare loro importanza, è il modo migliore per interagire con loro e per costruire connessioni sempre più significative e per migliorare sempre di più i prodotti e i servizi offerti.

Come integrare la tua strategia di marketing con la Local Mobile Search

Alla luce di quanto abbiamo evidenziato, vediamo ora come possono le attività locali intercettare sempre di più le ricerche da dispositivi mobili per migliorare la propria strategia di marketing a livello locale.

√ Promuovi la fiducia nel tuo marchio

La ricerca ha evidenziato che la fiducia e la sicurezza sono due dei principali motivi che spingono le persone ad effettuare degli acquisti a livello locale.

Questo richiede, da parte della tua attività locale, uno sforzo per accrescere sempre di più la fiducia nel tuo marchio all’interno della comunità in cui ti trovi.

Puoi quindi personalizzare le tue campagne di marketing, puoi connetterti alle iniziative della tua comunità locale, puoi interagire con i clienti che pubblicano contenuti o recensioni sulla tua pagina social.

√ Ottimizza il tuo marketing per i dispositivi mobili

Per le tue strategie di marketing, assicurati che le persone possano avere accesso ai tuoi contenuti da qualsiasi luogo e su qualsiasi dispositivo in modo ottimale.

Promuovi per esempio, i tuoi post su Facebook utilizzando il targeting geografico per raggiungere le persone in base alla località o alla regione, e per raggiungere il pubblico desiderato.

√ Valorizza i mobile-first shoppers

La ricerca dimostra che i mobile-first shoppers sono più propensi a scrivere consigli e recensioni per le attività commerciali locali.

Valorizza questi “ambasciatori del marchio locale” utilizzando per esempio, un sistema di premi fedeltà e assicurandoti di continuare a coinvolgerli nelle tue comunicazioni.

via Facebook

Conclusioni

In una strategia complessiva di marketing locale, bisogna includere anche Facebook e gli altri social con valenza locale. E tenere allineati tutti i dati dei punti vendita.

Ovviamente se hai bisogno di consulenza contattaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *