Google maps fa ritornare in vita “Le Mie Mappe”

Aggiornato il 30 Settembre 2014

Vuoi ricevere ogni settimana le ultime notizie dal mondo del Local SEO e della local Search, e per restare aggiornato sulle nostre ultime novità?

Iscriviti alla Newsletter

A Google piace prima sopprimere le proprie creazioni e poi farle tornare in vita.

E’ il caso di “My Maps” (in Italiano tradotto  Le Mie Mappe), che con un annuncio è tornato in vita, pronto per fare creare nuove mappe personalizzate agli utenti.

Quelle vecchie chiamate “Classic My Map”, sono ancora raggiungibili all’indirizzo https://www.google.com/maps/mm, ma pare che entro l’anno saranno automaticamente aggiornate alla nuove.

Le mie mappe

Tramite questo strumento è possibile creare le proprie mappe e condividerle con gli utenti.

Si possono poi importare fogli di calcolo, inserire icone personalizzate, descrizioni, includere immagini, video Youtube, organizzare i nostri luoghi preferiti e i percorsi che vogliamo.

In precedenza  il servizio si chiamava “Google Maps Engine Lite“.

Esiste anche una app per Android che permette di salvare mappe personali e di modificarle quando e dove si vuole.

Qual è l’impatto per la Local Search?

Questa nuova funzionalità permetterà di creare delle mappe “esperienziali ” che possono aggiungere del valore aggiunto ad un’attività locale. Tutto sta nella creatività dell’autore.
Inoltre potrebbero (attenzione al condizionale) anche incidere nel posizionamento locale poiché vanno a dare una migliore esperienza all’utente.
Ad esempio un bar potrebbe creare un tour per passare la giornata in quel determinato quartiere con percorsi interessanti e luoghi da visitare, indicandosi  poi come posto per la colazione e per la pausa caffè.

Le mie mappe vengono indicizzate

Around Pisa Airport   Cerca con Google

Le mappe personalizzate vengono indicizzate da Google, permettendo quindi di essere trovare ed utilizzate dagli utenti. Cercando [site:maps.google.com/maps/ms] possiamo notare tutte le mappe già indicizzate ad oggi, comprese quelle create anni fa.

Come ad esempio la ricerca [Around Pisa Airport] che vedete sopra.

Questo succede perché  l’url  /maps/ms NON è  disallowed nel  robots.txt https://maps.google.it/robots.txt 

Bisogna dire che l’utente, nell’interfaccia di amministrazione, può scegliere se rendere pubbliche o provate le proprie mappe, anche se non sempre il blocco funziona.

Aggiornamento dell’11 Dicembre 2014

Ora le My Maps sono disponibili anche in Google Drive, qui l’annuncio ufficiale
http://google-latlong.blogspot.co.uk/2014/12/map-this-waygoogle-my-maps-now-in-drive.html

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.