blackjack payout 3 to 2 is harrah's chester casino open eugene todd poker poker skill quiz how many slot machines does borgata have casino fraudster

Perché Google My Business è di fondamentale importanza per le ricerche locali: ecco le affermazioni di John Muller di Google!

Aggiornato il 10 Settembre 2021

Vuoi ricevere ogni settimana le ultime notizie dal mondo del Local SEO e della local Search, e per restare aggiornato sulle nostre ultime novità?

Iscriviti alla Newsletter

John Muller di Google ha recentemente risposto ad una domanda durante un hangout relativa alla differenza in termini di SEO che intercorre tra le query di ricerca di tipo informativo e quelle di tipo locale sottolineando l’importanza essenziale di Google My Business per un’attività locale. Guarda il video completo dell’hangout su YouTube:

Di primo acchito verrebbe da rispondere che la differenza tra le due tipologie di query stia nell’intento di ricerca dell’utente. Ma sembra non essere tutto. Vediamo il perché più avanti in questo articolo!

Per “query di ricerca locale” si intende quella domanda o frase di ricerca che un utente digita su Google nel momento in cui sta cercando un servizio o un negozio che si torva in quella specifica area geografica. Un esempio di ricerca locale può essere quella relativa ad un idraulico nella zona, un negozio di biancheria, un ristorante o un avvocato.

Invece, per “query di ricerca informativa” si intende il momento in cui un utente sta cercando di ottenere informazioni ad esempio sulle recensioni di un prodotto o su una ricetta particolare.

In termini SEO, quali sono le differenze di ottimizzazione tra una pagina web dedicata alle query di ricerca locali e una pagina dedicata alle query di ricerca informative?

John Muller sostiene che non vi sia alcuna differenza! Detta così può sembrare un’affermazione sorprendente ma egli spiega che:

L’affermazione di John Muller tra le ottimizzazioni SEO per le pagine di ricerca locali e quelle di ricerca di informazioni 

 

In sostanza, ciò che conta è il contenuto della pagina il quale viene letto e compreso da Google e, se inerente con la ricerca dell’utente, verrà considerato appropriatamente nelle SERP.

Da ciò si deduce come alcune considerazioni tecniche lato SEO relative ad esempio, all’ottimizzazione dei meta tag title e description, heading tags, al contenuto e forse anche ai dati strutturati debbano applicarsi allo stesso modo per entrambe le tipologie di query, locali e informative.

Ciò su cui Muller invece fa leva in questa differenza, è la posizione geografica dell’attività che in una pagina web locale deve emergere rispetto ad una pagina web dedicata alle query informative. Infatti, l’algoritmo di Google può riconoscere tale località nella pagina web ed associarla al tuo sito web o a quella pagina stessa e proporla opportunamente all’utente che si trova in quella specifica posizione geografica espressa nella pagina web.

Inoltre, sempre in ottica SEO, non dobbiamo secondo Muller, ottimizzare la pagina local con parole chiave che contengono “vicino a me” in quanto il “vicino a me” è un concetto generico che può valere in ogni parte del mondo in cui si trova un utente. Quello che conta, come detto, è mettere in evidenza la posizione geografica esatta dell’attività nella pagina web.

Muller ha poi sottolineato l’importanza della creazione di un profilo Google My Business in grado di identificare automaticamente che un data attività si trovi in una posizione ben specifica:

With Google My Business set up, you automatically have a location specified anyway.

Quindi, la combinazione di pagine web ottimizzate per la ricerca locale unite alla creazione di un profilo GMB fa capire bene a Google che si tratta di un risultato locale utile per l’utente che sta cercando qualcosa di prettamente locale.

C’è tuttavia da tenere in considerazione che un business locale è considerato tale in Google quando questo presenta la scheda Google My Business. Ma per alcuni business, come quelli di scala nazionale o con clienti a livello globale GMB potrebbe non essere adatto e le relative pagine web locali potrebbero non comparire nelle SERP a chi effettua ricerche al di fuori delle aree di servizio indicate nel profilo GMB.

Se vuoi approfondire maggiormente Google My Business e la Local SEO per la tua attività locale, non ti resta che dare un’occhiata al nostro corso Local SEO.

2 risposte

  1. Tra le altre cose penso che le Chiavi di ricerca locali siano quelle che convertono di più e meglio rispetto a chiavi generiche perché identificano la ricerca in una determinata area, quindi vuol dire (a mio avviso) che si è molto più vicini alla conversione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *