Nuovi aggiornamenti per le schede Google Places

Indice Articolo

Già da qualche settimana ci siamo accorti di nuovi cambiamenti in casa Google Places/Plus Local.

In realtà era stato lo stesso Google a darne notizia preannunciando, ai primi di Febbraio, un imminente cambiamento in Google Places For Business e Google Maps che avrebbe avuto luogo entro 3 settimane.

A distanza di un mese siamo riusciti ad averne la definitiva conferma anche in Italia e i risvolti di questo importante aggiornamento stanno creando non pochi problemi tra i proprietari/gestori di pagine Google Plus Local.

Nel nostro caso specifico, visualizzando la dashboard di Google Places for Business relativa a un’attività, ci è apparso il seguente messaggio:

 

 aggiornamento

mentre loggandoci nella dashboard Plus Local, della medesima attività, ci appare una sola scheda contrassegnata come Duplicata e non compare quella verificata.

Quando sarà ultimato l’aggiornamento, ci ritroveremo sicuramente con due schede nella Dashboard Places di cui una risultante come verificata, mentre l’altra no. Situazione nella quale ci siamo già imbattuti!

 

schede places

Cosa sta succedendo?

Google sta provvedendo ad aggiornare tutti i dati che ha a sua disposizione e sembra che stia finalmente completando l’integrazione tra le schede Places for Business e le schede Plus Local.

L’obiettivo dichiarato è quello di lasciare un singolo proprietario (singolo account) per ogni listing locale al fine di arginare definitivamente la confusione (tanta!) che c’è, proprio a causa della presenza sulle Mappe di più schede locali, duplicate tra loro.

Molti utenti, infatti, hanno ricevuto il seguente messaggio:

“Desideriamo informarti che Google Places non accetta più diversi proprietari autorizzati per sede dell’attività commerciale. Il tuo account contiene una o più schede identificate come duplicati di altre schede e, di conseguenza, alcune informazioni fornite non verranno più visualizzate agli utenti di Google.”

Ma perché si verifica questa situazione?

È capitato spesso, nel corso degli anni, che molti proprietari di attività locali (o chi per loro) abbiano gestito o rivendicato il proprio business attraverso account differenti (noti o sconosciuti) e tutto ciò ha portato alla creazione di un numero enorme di schede duplicate che, aumenta ancora, se si considerano anche quelle automatiche (create da Google sulla base dei dati geografici rilevati automaticamente).

Il problema si è ulteriormente accentuato dopo il lancio di Google Plus che ha portato, di fatto, alla verifica di un medesimo business sia su Places che su Plus Local, attraverso il medesimo account.

Infatti, quando è stato lanciato il nuovo servizio Google Plus Local, l’unico modo per poterlo subito sfruttare (stream social) era proprio quello di creare una scheda ex novo e richiederne l’accorpamento con la Places. Del resto, l’aggiornamento automatico delle vecchie schede Places alle Plus Local è durato più di un anno e ancora non è nemmeno ultimato…

Proprio oggi Mike Bluementhal ha spiegato il medesimo scenario (clicca qui)…. negli Stati Uniti pare addirittura che lo stesso Google stia inviando delle mail di segnalazione per informare della presenza di schede duplicate. In Italia non ci è ancora capitato… ma non è escluso che qualcuno di voi possa averla ricevuta….

Come bisogna procedere?

Ovviamente il tutto varia sempre da caso a caso! Purtroppo con le schede locali non si può mai generalizzare e ci si imbatte in problemi sempre “nuovi”!

In linea di massima, se un listing ha più proprietari, Google procederà con la segnalazione di schede duplicate (come segnalato anche qui):

  • Se ti risulta un listing duplicato puoi o rimuoverlo – nel caso in cui non hai più necessità di gestirlo – oppure, se si tratta di un listing di cui non sei proprietario, contattare il team di Google Places.
  • Nel caso dei contenuti duplicati creati in seguito alla creazione (e accorpamento) di schede G Places for Business e Plus Local, assicurati di rimuovere la scheda contrassegnata come duplicata e non più necessaria.
  • Se invece preferisci mantenere attiva la scheda contrassegnata come duplicata da Google (dopo un accorpamento tra una pagina G Places e una G+ Local) puoi anche farlo: contatta lo staff segnalando le tue intenzioni, dopodiché rimuovi quella che non ti interessa.

 

Una risposta
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *